3 ottobre Veglia Missionaria a S. Giovanni in Laterano

lateranoGiovedì 3 ottobre, alle 20.30, si svolgerà la Veglia missionaria diocesana nella basilica di San Giovanni in Laterano. A presiedere il tradizionale appuntamento, quest’anno incentrato sul tema “Sulle strade del mondo”, sarà il cardinale vicario Agostino Vallini.

Parteciperà all’incontro di preghiera anche il vescovo Matteo Zuppi, incaricato diocesano per la Cooperazione missionaria tra le Chiese, che nei giorni scorsi ha invitato a partecipare a questo evento i parroci, le comunità religiose e i fedeli della diocesi al fine di «pregare insieme per la grande missione che la Chiesa ha di annunciare il Vangelo a tutti i popoli» e per «invocare ancora una volta il dono della pace per la Siria e per i Paesi che vivono la drammatica esperienza della guerra».

La preghiera si alternerà alla testimonianza, nella serata che aprirà in qualche modo il mese di ottobre, tradizionalmente dedicato alla missione, che vedrà il suo culmine domenica 20, con la celebrazione della Giornata missionaria mondiale. E le testimonianze arriveranno dalla Siria, ma anche dalla voce di chi da 60 anni si dedica alla “missio ad gentes”: padre Piero Gheddo, missionario del Pime, tra i fondatori di Mani Tese e già direttore della rivista Mondo e missione.

Durante l’incontro di giovedì il cardinale Vallini consegnerà il mandato missionario a sacerdoti, religiosi e laici che partiranno nell’anno pastorale in corso. Tra loro ci saranno anche i fidanzati Marcella Costagliol e Massimo De Magistris, rispettivamente di 28 e 35 anni. Entrambi provenienti dalla parrocchia di Santa Maria Mater Ecclesiae, si sposeranno due giorni dopo la Veglia, sabato 5 ottobre, e a febbraio partiranno missionari alla volta del Messico. Una decisione, la loro, nata dal desiderio di «vivere il matrimonio in prospettiva missionaria, operando una scelta di fondo di condivisione con i poveri», racconta Massimo. Entrambi insegnanti di religione, Marcella con alle spalle un’esperienza di quattro anni di missione in Colombia, metteranno la loro competenza educativa al servizio del collegio gestito dall’Associazione laicale missionaria nel nord del Messico, per aiutare nella crescita i figli degli indigeni Raramuri. Il progetto in cui sono coinvolti prevede una presenza iniziale di due anni, «ma sono rinnovabili», precisa Massimo.

Nel corso della celebrazione, ai due futuri sposi sarà affidata una preghiera per l’impegno missionario delle famiglie; per la diocesi di Roma e il suo vescovo, Papa Francesco, e per tutti i fidei donum pregheranno don Paolo Bumis e don Alessandro De Rossi, a loro volta fidei donum, rientrati a Roma. Poi sarà la volta del dodicenne Riccardo, uno dei sette figli della famiglia Furgione, in missione in Sud Africa, che darà voce all’invocazione per tutti i bambini e i ragazzi del mondo, mentre la comboniana suor Tarcisia Ciavarella, che dopo la Veglia partirà per il Messico, proporrà una preghiera per le vocazioni missionarie. Ancora, si pregherà per la pace, attraverso le parole della presidente della Finestra per il Medio Oriente, Giulia Pezone, con un’attenzione particolare per la Siria e per il gesuita romano Paolo Dall’Oglio, dagli anni ’80 impegnato nel Paese, dove è rientrato quest’anno dopo essere stato espulso nel 2011 e per il quale, dai mesi scorsi, si teme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: