In diocesi: Le nomine di direttori, parroci e vice parroci

collareROMASETTE.it: Dal 1° settembre novità in diocesi: cambiano i direttori di tre Uffici del Vicariato, il vicario di un Tribunale, e in ben diciassette parrocchie arrivano nuovi parroci, mentre in altre sei comunità sono stati nominati nuovi amministratori parrocchiali appartenenti al clero religioso. Don Antonio Magnotta, parroco di San Corbiniano all’Infernetto, sarà il nuovo direttore del Servizio diocesano per la pastorale giovanile. Un ruolo ricoperto finora da don Maurizio Mirilli, che invece andrà a guidare la parrocchia del Santissimo Sacramento a Tor de’ Schiavi. Mentre nella comunità dell’Infernetto – nella chiesa fortemente voluta dal Papa emerito Benedetto XVI e intitolata al santo tedesco patrono dell’arcidiocesi di Monaco e Frisinga – arriverà don Luigi Lani, per dieci anni parroco a San Giuliano. Monsignor Bruno Pirolli lascerà la guida dell’Ufficio clero del Vicariato; ne prenderà il posto monsignor Luciano Pascucci, finora incaricato della formazione permanente del clero nella diocesi, al quale succede in questo servizio monsignor Angelo De Donatis, parroco di San Marco Evangelista al Campidoglio. Don Luca Sansalone sarà il nuovo vicario giudiziale del Tribunale regionale di prima istanza per le cause di nullità del matrimonio.
Le nomine nelle parrocchie riguardano tutti i settori della diocesi. A cominciare dal Centro, per la precisione con la parrocchia di San Lorenzo in Damaso, dove arriva don Ivan Grigis, già vicario parrocchiale a Santa Croce in Gerusalemme. Succede a don Carlo Purgatorio, che ha guidato la comunità di piazza della Cancelleria dal 2011 e adesso è atteso in quella di Santa Emerenziana, al Quartiere Africano, dove sarà parroco da settembre, prendendo il posto di monsignor Michele Baudena. Quest’ultimo approderà a Casal Bertone, nella parrocchia di Santa Maria Consolatrice. Nel settore Est, a San Giuda Taddeo Apostolo, monsignor Marco Ceccarelli, cappellano alla Lumsa e consigliere ecclesiastico dell’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, prenderà il posto di don Attilio Nostro, che andrà a guidare i fedeli di San Mattia, a Monte Sacro Alto. E ancora, sempre nel settore Est, cambiamento nella comunità della Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo, a Giardinetti: il nuovo parroco sarà don Dario Gervasi, dal 2008 vice rettore del Pontificio Seminario Romano Maggiore. Al Maggiore, dove arriva come assistente don Renzo Del Vecchio, lo sostituirà don Daniele Salera.

È stato direttore spirituale della struttura formativa di piazza San Giovanni in Laterano, invece, don Augusto Paolo Lojudice, che andrà a guidare la parrocchia di San Luca Evangelista, al quartiere Prenestino. A Santa Barbara, a Capannelle, arriva don Francesco Del Moro; poco lontano, allo Statuario, la comunità di Sant’Ignazio d’Antiochia darà il benvenuto a don Jesús Marquiña Maraño, filippino. Passando al settore Nord, il nuovo parroco di Sant’Innocenzo I Papa e San Guido vescovo sarà don Massimiliano Testi, che ha già servito questa comunità come amministratore parrocchiale lo scorso anno. A Gesù di Nazareth (Verderocca) arriva don Giuseppe Russo e a San Benedetto Giuseppe Labre, a Torraccia, giungerà don Cesar Gustavo Fonseca Avila, originario dell’Honduras. Novità anche nella parrocchia di San Giuliano: don Luigi Lani, come detto, andrà a San Corbiniano e della comunità della Cassia si prenderà cura don Massimo De Propris. Per quanto riguarda il settore Ovest, a Sant’Ambrogio l’amministratore parrocchiale don Marco Vianello viene confermato come parroco, mentre a Nostra Signora di Fatima il nuovo parroco sarà don Byron Penman Wills, nato in Honduras, cappellano dell’ospedale San Filippo Neri.

Si annunciano cambiamenti anche in altre sei parrocchie dell’Urbe, per le quali sono stati nominati degli amministratori parrocchiali. È il caso di San Remigio, a Colleverde, affidata ai Missionari della Sacra Famiglia: padre Miroslaw Komorowski, polacco, sarà l’amministratore dal primo settembre. Ai Santi Biagio e Carlo ai Catinari, invece, questo ruolo sarà affidato al barnabita padre Giovanni Villa. Nella comunità di San Gabriele Arcangelo, ecco don Armando Palmieri, vocazionista; e ai Santi Urbano e Lorenzo a Prima Porta padre Zbigniew Golebiewski, dei Monaci di san Paolo Primo eremita. Alla guida dei Santi Francesco e Caterina patroni d’Italia arriverà padre Andrés Rodriguez de Bella, dell’Istituto dei Padri di Schönstatt; al Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, al Tuscolano, infine, don Romano Sacchetti, dei Missionari del Preziosissimo Sangue.

Novità in vista anche per i vicari parrocchiali. Don Zdenek Gibiec passa dalla parrocchia di San Giuda Taddeo Apostolo a Nostra Signora del Suffragio e Sant’Agostino di Canterbury, da dove invece parte don Rajesh Ruzar Fernandes, destinato alla parrocchia di Sant’Andrea Corsini. Don Pierangelo Pedretti lascia San Benedetto Giuseppe Labre per divenire vice parroco a Santa Maria Consolatrice. Nella parrocchia di Torraccia arriva invece don Tommaso Mazzucchi, finora vicario parrocchiale a San Pio da Pietrelcina, dove è stato nominato invece don Meletito Baniga Abella, proveniente da San Gerardo Maiella. Ancora un avvicendamento, fra settore Sud e settore Est, con don Francesco Annesi, che lascia la parrocchia di Santa Maria Stella dell’Evangelizzazione per approdare a Santi Simone e Giuda Taddeo a Torre Angela. Al suo posto, don Damiano Fiume, già vicario parrocchiale a San Tarcisio. Dalla parrocchia di Torre Angela invece va via don Diego Conforzi, che assume il nuovo incarico a Santi Aquila e Priscilla. Ancora, don Vasile Alexandru Muresan, finora vice parroco a Sant’Alfonso de’ Liguori, si sposta a Santo Stefano Protomartire, mentre al suo posto arriva don Nelson Osvaldo Zubieta Vega. Lascia la parrocchia di Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo don Simone Vendola, destinato a San Luca Evangelista, mentre don Patrice Nehin Terra passa da Santa Giovanna Antida Thouret a Santa Francesca Romana. A San Mauro Abate arriva anche don Gerardo Alfredo Rodriguez Hernandez; a Santa Maria del Carmine e San Giuseppe al Casaletto don José Gregorio Alvarez Yepes. Don Simone Caleffi, destinato a San Crispino da Viterbo, lascia Sant’Enrico, dove arriva don Ismark Alexandre, proveniente da San Tommaso d’Aquino. Arriva direttamente dal Seminario Minore, invece, dove era vice rettore, il nuovo vice parroco di San Roberto Bellarmino don Simone Carosi; per don Francesco Rondinelli invece il passaggio è da San Vincenzo de’ Paoli a San Ponziano. ; don Samuele Depedri infine passa da San Corbiniano a Sant’Alberto Magno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: