Giornate di studio “Paolo VI e Chiara Lubich”

Comunicato stampa, 3 novembre 2014

Paolo VI e Chiara Lubich. La profezia di una Chiesa che si fa dialogo

Centro Mariapoli, Via San G. Battista de la Salle,  Castelgandolfo (Roma)

Il 7-8 novembre 2014 si svolgeranno a Castelgandolfo, presso il Centro Mariapoli le Giornate di studio sul tema Paolo VI e Chiara Lubich. La profezia di una Chiesa che si fa dialogo, promosse dall’Istituto Paolo VI (Brescia) e dal Centro Chiara Lubich (Rocca di Papa, RM) del Movimento dei Focolari.

Gli interventi previsti intendono anzitutto illustrare lo sviluppo dei rapporti, personali ed epistolari, tra Giovanni Battista Montini – Paolo VI e Chiara Lubich, a partire dagli anni ‘50 del Novecento fino alla fine del pontificato montiniano. Nelle relazioni in programma, che si potranno avvalere dell’ampia documentazione inedita raccolta dal Centro Chiara Lubich, sarà approfondito il modo in cui Paolo VI ha compreso il significato spirituale ed ecclesiale del Movimento dei Focolari, la progressiva configurazione giuridica e istituzionale del movimento, così come le iniziative verso le Chiese dell’Europa dell’Est e l’impegno in campo ecumenico. A Igino Giordani e ai suoi rapporti con Montini sarà dedicato un intervento specifico.

La parte centrale delle Giornate di studio è dunque dedicata a un’indagine analitica sui rapporti tra Paolo VI, Chiara Lubich e il Movimento dei Focolari. Il tema sarà studiato nelle sue caratteristiche proprie, ma anche come punto di vista che, in modo esemplare, permette di illustrare il giudizio di Paolo VI sui movimenti ecclesiali e il loro significato in relazione alla visione della chiesa proposta dal Vaticano II.

A questo aspetto di carattere più generale saranno espressamente dedicate le relazioni che apriranno le giornate di studio, le quali intendono offrire un inquadramento storico di carattere generale e delineare lo sviluppo nel corso del Novecento delle forme di presenza sociale dei laici cattolici e delle loro organizzazioni. La relazione conclusiva propone invece una ripresa teologica del tema delle Giornate di studio alla luce dell’ecclesiologia del Vaticano II, della meditazione sulla Chiesa proposta da Paolo VI nell’enciclica Ecclesiam Suam e della intuizione ecclesiale espressa dal carisma dell’unità di Chiara Lubich.

Segreteria Istituto Paolo VI (+39) 030 2186037 – 2753994 presidenza@istitutopaolovi.it segreteria@istitutopaolovi.it

Servizio Informazione Focolari – (+39) 335 7003675 – 06 94798147 – sif.press@focolare.org

Programma

Comunicato stampa

******************

La gratitudine del movimento dei Focolari per Paolo VI

Comunicato stampa – 18 ottobre 2014

262_paolovi1Insieme a tutta la Chiesa, anche il Movimento dei Focolari vuole manifestare la sua gioia e partecipazione per la beatificazione di papa Paolo VI domenica 19 ottobre. I Focolari desiderano esprimere inoltre gratitudine e riconoscenza per il particolare legame che ha unito papa Montini a questo Movimento in tratti importanti della sua storia.

Un suo primo personale contatto risale al 1952 quando, ancora sostituto alla Segreteria di Stato, ebbe modo di conoscere da vicino il Movimento che a Roma muoveva i primi passi. Vi intuì «la presenza di un nuovo carisma», da sostenere e incoraggiare. E lo fece. In quell’epoca i Focolari, diffusi oltre il trentino dov’erano stati approvati dal vescovo mons. De Ferrari, si trovavano sotto studio a Roma. Nella sospensione che ciò comportava ebbe modo di rassicurarli e di mostrare quanto tale studio da parte della Chiesa costituisse «protezione e garanzia». Fu Montini ancora che nel 1953 ottenne che papa Pio XII ricevesse per la prima volta in udienza la fondatrice Chiara Lubich.

Nei suoi quindici anni di pontificato, poi, ha ricevuto Chiara Lubich in udienza privata più volte. La prima nel ’64. «Rappresentavo e portavo un’Opera nuova, nata nella Chiesa, con novità sia nella sua spiritualità, sia nella sua struttura. Ma lì non c’erano difficoltà», ha più volte raccontato la Lubich. Papa Montini s’interessava allo sviluppo del Movimento, alla sua diffusione ed in particolare alle necessarie modifiche del suo statuto. Occorreva infatti adattarlo alla ampiezza d’azione, alla varietà di appartenenti e, soprattutto, alla natura stessa del Movimento che non trovava riscontro nel diritto canonico esistente. Papa Paolo VI ha voluto prendersene cura personalmente e, con sapienza e audacia, ha contribuito a far camminare il Movimento dei Focolari secondo la sua specifica fisionomia.

Gratitudine e riconoscenza ancora per l’interesse con cui ha seguito, ai suoi albori, il dialogo ecumenico del Movimento, incoraggiando ad aprire anche quello con persone di convinzioni non religiose. Spesso gli argomenti delle udienze vertevano sugli incontri di Chiara Lubich con il patriarca Atenagoras I a Costantinopoli, con il quale era maturata, come lei stessa ha avuto modo di raccontare, «una profonda confidenza soprannaturale». Ne informava regolarmente Paolo VI, che più volte ha risposto con lettere autografe, in una delle quali si legge: «… quanto conforto, quanta edificazione, quanta speranza abbiano recato al nostro spirito le notizie che ella ci comunicava in seguito alle sue conversazioni con il venerando patriarca Atenagoras…». E riguardo le otto lettere autografe ricevute da papa Montini, dopo la sua morte nel ’78 Chiara Lubich ha confidato: «E’ il più grande tesoro che possiedo. E’ un’ennesima testimonianza del suo amore particolare per ogni singola persona».

Victoria Gómez   (+39) 335 7003675

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: