FRANCESCO E GERUSALEMME

francesco-e-gerusalemmesfida religiosa e politica

Il viaggio di papa Bergoglio nella Città Santa.

Paolo Lòriga

Un passo avanti verso la pace in Medio Oriente o un progetto irrealistico? …il “segno” di Francesco, così compiutamente, pazientemente e saggiamente ricostruito, descritto e contestualizzato in questo scritto di Paolo Lòriga, appare molto più che un messaggio di speranza; è piuttosto un appello “proattivo”, un’irruzione, ma in punta di piedi, una voce orante e ragionante dal deserto più che una voce che grida nel deserto, e che interpreta il disagio profondo dell’umanità periferica proprio nel cuore di un conflitto così centrale e così lacerante come quello mediorientale. dalla prefazione di Pasquale Ferrara Diplomatico, Segretario generale dell’Istituto universitario europeo

IL VOLUME

Nel suo primo viaggio internazionale, papa Francesco sceglie strategicamente Gerusalemme, quale emblema delle convivenze senza pace e senza speranza. L’intento è chiaro: proiettare la sua visione del mondo sul drammatico scenario politico mediorientale e arricchire la sua azione di leader mondiale con un accentuato respiro interreligioso. Le grandi prospettive aperte da papa Francesco nei suoi tre giorni in Terra Santa hanno trovato un immediato e clamoroso effetto nei Giardini Vaticani, cornice dell’incontro con Peres e Abbas. L’Autore ha atteso nella Città Santa il pellegrino di Roma, ha seguito i suoi incontri, ha raccolto le prime, autorevoli valutazioni locali dopo il rientro del papa in Vaticano. Alla luce di un’osservazione diretta, torna a rivisitare parole e gesti di Francesco per capire se Gerusalemme ha segnato la grande svolta del suo pontificato o se, invece, ha visto più semplicemente lanciare una sfida irrealistica anche per gli stessi cristiani della Terra Santa.

L’AUTORE

Paolo Lòriga, giornalista, lavora dal 1984 nella redazione della rivista Città Nuova, di cui è diventato caporedattore nel 2001. Ha scritto: Giancarlo Maria Bregantini, in dialogo con Paolo Lòriga, Il nostro Sud in un Paese (reciprocamente) solidale (2010), Chi si lamenta è perduto (2011) e Maria Voce in dialogo con Paolo Lòriga e Michele Zanzucchi, La scommessa di Emmaus, cosa fanno e cosa pensano i focolarini nel dopo Chiara Lubich (2012).

LA COLLANA – Prismi

DATI TECNICI

ISBN 978-88-311-6095-7 – f.to 13×20 – pp.136 – prezzo: € 12,00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: